Gen 30 2008

Gandhi, 30 gennaio 1948

Pubblicato da at 09:41 archiviato in Argomenti vari e taggato:

Sessant’anni fa, a Nuova Delhi, veniva ucciso Mohandas Karamchand Gandhi.

Il poeta Tagore, gli dona l’appellattivo di Mahatma, "grande anima".

Quest’uomo, senza armi, solo con la Pace è riuscito a liberare il suo Popolo dall’oppressione dello straniero, gli Inglesi. Gandhi dovrebbe essere l’esempio di come, attraverso la disobbedienza pacifica e civile, si possa portare un Paese all’indipendenza.

Fu d’esempio a molti altri leader pacifisti come Martin Luther King.

Gandhi, restava a digiuno per intere settimane, lì, fermo con le gambe incrociate, dedicava un giorno alla settimana al silenzio assoluto, perchè, diceva, che il troppo parlare confondeva le idee. Da sempre vegetariano, pensa sempre più che il desiderio è solo fonte di sofferenza. Chiaramente in questo suo pensiero vedo un forte riferimento a Siddartha. Infatti, il suo interesse per la religione non si fermerà all’induismo ma proseguirà attraverso il buddismo, all’islam e al cristianesimo.

Per quanto riguarda quest’ultimo, si riferirà sempre alla famosa frase pronunciata da Gesù: Se ti danno uno schiaffo, tu, porgi l’atra guancia.

Gandhi viaggia in lungo e in largo per il suo Paese, per conoscere le varie realtà e si rende conto che è povero, sofferente, bisognoso di cure, ma soprattutto che necessita di INDIPENDENZA.

Il suo primo atto di "disobbedienza civile" avviene a Bihar insieme a migliaia di contadini.che sono costretti a coltivare dei prodotti per gli Inglesi, oppressori dell’India.

Questo porterà al suo arresto, ma nel frattempo, i contadini resi consapevoli dei propri diritti, accerchiano la prigione dove è tenuto agli arresti e cominciano, pacificamente aprotestare fino a quando Gandhi non viene rilasciato.

Dal momento in cui, riesce a fare abolire la tassa che gravava anche durante i periodi di carestia, il popolo indiamo lo chiama Padre.

Famosa e decisiva per l’indipendenza dell’India è la marcia contro la tassa sul sale. Quest’atto porterà il governo britannico contrattare e concedere uno statuto elettorale diverso, mossa scorretta sotto molti punti di vista e alla quale Gandhi risponderà con un digiuno di sei giorni, alla fine del quale si ritrova appoggiato dagli indiani e costringerà il governo inglere a rivedere in modo più corretto l’accordo.

Durante la sua vita fu più volte detenuto, ma mai, da parte sua ci fu un quqlche tipo di reazione violenta. Sua moglie morirà in carcere e lui che stava per avere la stessa sorte viene liberato pe essere operato. Immaginate la reazione degli indiani, se il Mahatma fosse morto in carcere…già i vari focolaio di guerre civili tra fazioni varie stavano dando filo da torcere agli inglesi, figuriamoci poi se il Padre fosse morto nelle loro prigioni.

Comunue sia, il 30 gennaio 1948, Mahatma Gandhi, viene ucciso da Nathuram Godse, un induista radicale legato al grippo estremista indu Mahasabha.

Il suo assassino, prima di sparare, si inchinò in segno di grande rispetto davanti allo scarno, grande, piccolo uomo dagli occhilani tondi e dal dolce sorriso; questo per dire quanto Gandhi fosse rispettanto anche dai suoi avversari e quanto davvero fosse importante per la propria terra.

Mahatma Gandhi, quelli che si fregiano, nei nostri giorni, di portare avanti "battaglie?", seguendo scioperi della fame facendo riferimento a Te…sono solo dei poveri imbecilli che approfittano del Tuo nome.

Con la mano sul cuore e lo sguardo al cielo, ti porgo il mio pensiero e prometto di star zitta il più possibile per non confondere nè le mie idee quelle degli altri.

Sei, ancora oggi, per molti un vero insegnante di vita, e di Pace.

Io vorrei un mondo fatto con i colori dell’arcobaleno, è un sogno lo so, ma c’è un saluto arabo che mi scalda il cuore e mi illumina il cammino e così ti porgerò il mio saluto: Inshallà Mahatma Gandhi! Se dio vorrà(inshallà) il mondo, un giorno, sarà guidato dalla Pace!

Chapillita (A.S.)

13 commenti




13 Commenti to “Gandhi, 30 gennaio 1948”

  1.   Severoon 30 Gen 2008 at 11:19

    Grazie del commento.. immagino tu non abbia la serva in casa.. ah ah ah ah ah

    Prova e poi mi dici… :)

    ciaoooooooooooooooooo

  2.   infondoaimieiocchion 30 Gen 2008 at 11:23

    Per me la parola servoa on esiste.

  3.   Severoon 30 Gen 2008 at 11:42

    apprezzabile da parte tua e… buono a sapersi ! ;)
    ah ah ah ah dai che scherzo su !
    neppure da me la parola servo esiste, uso quella più attuale di collaboratore domestico sotto-pagato.
    hai una sambuchina pagata dalle mucche.

  4.   esidraon 30 Gen 2008 at 11:51

    Grande uomo, grande esempio, grande fermezza, grande mente, che dire? Questo post è semplicemente stupendo e dettato da un grande cuore, che solo la mia sorellina può dimostare:-)

    Mi unisco con vero sentimento al tuo saluto “Inshàlla” anche se so che non dipende tutto da Lui, ma moltissimo da noi affinchè si possa realizzare un mondo di pace:-)

    Ti stringo forte forte in un “lungo” abbraccio proprio come suggerisce la parolina.

  5.   Paolaon 30 Gen 2008 at 11:52

    Hei cara…sai qual’è una frase che ripeto spesso? che per governare ci vorrebbero solo persone come Gandhi…solo così il mondo potrebbe essser migliore…
    Grazie del belle parole che mi hai fatto leggere in questo post…:-)

  6.   antonio76on 30 Gen 2008 at 15:43

    Per fortuna ci sei sempre tu a ricordarmi di certe ricorrenze :-) Gandhi ha dato insegnamenti fondamentali ad ognuno di noi.. dispiace un pò constatare che molti che si fregiano di seguire il suo intendimento, in verità facciano tutt’altro..

  7.   sergioon 30 Gen 2008 at 20:22

    Bello, interessante ed utile questo post. Grandissima la figura del Mahatma che, purtroppo, molti giovani non sanno neppure chi sia. Sogghigno quando parli degli imbecilli, anzi dell’imbecille, e so bene a chi ti riferisci e condivido! La pace? mah, speriamo che non resti un mito anche perchè gli uomini di pace vengono assassinati. Tutti.

    Pochi minuti fa la TV ci ha comunicato che il Presidente ha dato l’incarico a Marini. Se Marini riuscirà nel suo incarico forse avremo una legge elettorale decente o, comunque, meno “porcata”. Eliminare micropartiti e partitini di destra e sinistra sarebbe un’ottima cosa ma… vedo anche il rovescio della medaglia: se Berlusconi accetta, il gioco diventa tra lui e Veltroni. OK. E se alle elezioni vince Berlusconi non avrà in mano uno strapotere? E questo mi piacerebbe molto meno.

    Mah. Secondo me è tutto un gran casino…

    E questo mi preoccupa.

  8.   Sereon 30 Gen 2008 at 23:16

    Un grande personaggio..penso non ci siano parole per descriverlo!!!!

    Ma tu come stai? Ripresa?

  9.   Carolaon 31 Gen 2008 at 08:50

    Buongiorno!!

    Come stai? spero ogni giorno sempre meglio!!!

    Ti lascio un abbraccio e un sorrisone

    ca..

  10.   Davidon 31 Gen 2008 at 11:27

    D’altronde la Vita è una sferzata di situazioni in cui un mondo di Pace non sfigurerebbe affatto.

    Non sò chi sia ma devo digirate Carlo ???????

    David.

  11.   ellaon 31 Gen 2008 at 11:35

    Grande , grandissimo uomo . A riprova che l’altezza in cm è un illusione ottica .

  12.   La voce liberaon 31 Gen 2008 at 13:22

    Circa la legge sul falso in bilancio,ti do la risposta che ho già dato ad Alex nel mio penultimo post: fino al 2001 falsificare un bilancio significava commettere un “reato di pericolo” e la condotta era perseguita d’ufficio. Dopo la riforma del 2001 il falso in bilancio diventa un “reato di danno”, E’ PENALMENTE RILEVANTE, ed è punito con una pena ridotta ad un massimo di un anno e sei mesi SE NON SI E’ RECATO DANNO PATRIMONIALE ai soci o ai creditori. LA PENA AUMENTA ALL’AUMENTARE DEL DANNO e, se si tratta di società quotata in borsa, RESTA IMMUTATA la procedibilità d’ufficio e la pena massima giunge a quattro anni. Quindi, non solo rimane il reato, ma rimangono anche le pene dententive significative. In pratica, si evita l’apertura di inutili procedimenti se non vi è danno. Non c’è stata nessuna abolizione del falso in bilancio. Dal momento che lo hanno assolto significa che non c’è stato pregiudizio nei confronti dei terzi.

    Saluti e passa a trovarmi.

  13.   steon 31 Gen 2008 at 21:25

    un saluto veloce… ;) ciao