Nov 23 2007

Culo e Carisma

Pubblicato da at 08:52 archiviato in Società e taggato:

… Ovvio, non è tutto culo. Se i comunicati di Marcos hanno avuto tanto successo è perché erano scritti col cuore e coi cojones, , e parlavano direttamente al cuore ed ai cojones della gente. Sentite come descrive la condizione indigena: "Eravamo come pietre, come piante che si incontrano per la strada. Non avevamo parola. Non avevamo volto. Non avevamo nome. Non avevamo domani." Oppure: "… noi non contavamo. Non producevamo. Non compravamo, non vendevamo. Eravamo un numero inutile nei conti del grande capitale…"

…Questo linguaggio è a una distanza siderale dalla retorica populista dei movimenti rivoluzionari del XX secolo. E basta ricordare il linguaggio burocratico e funereo comunicati delle Brigate Rosse per rendersi conto che siamo già nel Terzo Millennio.

…I vecchi rivoluzionari cercavano di conquistare il potere abbattendo la classe borghese.

…Marcos e i suoi indigeni offrono un sogno. Il sogno di una rivoluzione che non vuole il potere. Che vuole vivere in pace, in una democrazia vera. "Chi comanda può essere nero o bianco, però deve essere onesto [...] gli indigeni non vogliono che il governatore del Chiapas sia necessariamente un indigeno, perché potrebbe essere lo stesso un figlio di puttana, un corrotto, un bastardo…può essere un meticcio, un bianco, un universitario, un professore, basta che risponda ai nostri interessi…"

…("Yo,Marcos") "Io presidente del Messico? Lei è matto! Io sono un dirigente guerrigliero, un poeta, un sognatore! Ma se l’immagina? Sarei un disastro!" ha detto Marcos ad Andreas Oppenheimer (Premio Pulitzer, autore del fondamentale "Mexico – Bordering on Chaos").

Commento:

Questo è lo stralcio di un articolo scritto da Enzo Baldoni. Sì, il giornalista italiano, ucciso in Iraq e le cui spoglie ancora non sono ritornate in Italia. Per questo, personalmente, sono molto incazzata.

Incazzata perchè, non sento quasi più notizie sull’Afghanistan, sulla situazione in Myanmar, della Turchia si è parlato solo riguardo al fatto che hanno censurato il cartone animato "Haidi"; e la crisi con il Kurdistan? Per sapere qualcosa sull’Iraq, ci devono essere minimo cinquanta morti.

A parte alcuni giornalisti, che davvero tengono al loro mestire, (vedi Peacereporter) per "dovere di cronaca", ma che non vengono tenuti in considerazione dai max media, tutti gli altri sono tornati a casa da un bel pò.

Fatti i soldi, se ne stanno sotto le coperte di lana merinos in un attico di Roma o di Milano.

Enzo Baldoni era uno di quelli che sarebbero rimasto fino alla fine, lui amava il suo lavoro e se ne infischiava dei pericoli; per lui, il mondo doveva "SAPERE"! E c’è rimasto, ma da morto però.

Chiedo al governo: come mai, i resti di Enzo, non sono ancora tornati in Italia? Enzo Baldoni in Colombia

A.S.

 

 

7 commenti




7 Commenti to “Culo e Carisma”

  1.   Esidraon 23 Nov 2007 at 09:58

    Chissà cosa c’è sotto tutta questa faccenda, è triste per i congiunti di Baldoni non avere ancora una tomba su cui deporre un fiore.

    Hai ragione ad essere indignata, almeno dovrebbero rispettarlo da morto.

    Ho spiegato a Grazia perchè non hai preso a testate il vetro durante l’operazione di ieri, non è che volevi mantenere il segreto vero?:-)))))

    Baciotti

  2.   Ciceruacchioon 23 Nov 2007 at 12:53

    Continua così, tovarish! Chissà(ma ci credo poco), forse la “sinistra” nostrana proverà vergogna a ripensare ai fatti che tu citi. Un abbraccio, Ciceruacchio

  3.   Il Narratoreon 23 Nov 2007 at 14:28

    Dovremmo chiederlo anche al padrone dei nostri servi governanti, Geroge W, visto che i suoi generali si fanno fotografare spavaldamente con l’assassino di Baldoni.

    Stanno forse concordando con lui l’eliminazione fisica di qualche altro nostro piccolo Eroe, dopo Calipari, Giuliana Sgrena ed alcuni altri ancora sconosciuti?

    HASTA LA VICTORIA SIEMPRE SUBCOMANDANTE MARCOS!

  4.   Davidon 23 Nov 2007 at 19:04

    Non sapevo di tutto questo. D’altronde gli eroi non cercano loro di esserlo. Forse lo diventano poi. Mi unisco al tuo appello sperando sinceramente che i suoi resti tornino a casa.

    Buon w.e. anche a te.

    PS:la testata è stupenda.

    David.

  5.   crofton 23 Nov 2007 at 19:07

    Penso che sia tutta una questione di pubblicita (e di soldi) se Baldoni ed altri non sono ancora rientrati, purtroppo il mondo va cosi dove si puo’ prendere un piccolo pezzo di pubblico è meglio.Vedi adesso si riparla di Corona,Azuz,Berlusca con il suo nuovo partito ecc,e tutto il resto (se pur molto piu’ interessante) puo’ andarselo a prendere in…….Pensa che un mio amico è andato in America, e mi ha detto che nei tg, non si sa niente o quasi di cio’ che realmente succede ai suoi soldati in Iraq,che democrazia e?Vedrai che se i nostri politici avranno bisogno di voti o belle figure forse si riparlera’ di Afganistan e company.

    Piuttosto volevo chiederti, (se hai seguito)cosa ti sembra della serie tv “IL CAPO DEI CAPI” su canale 5?ti sembra attendibile?Non ti sembra anche a te, che si voglia far passare Riina un po troppo eroe?. ciao.

  6.   PENon 24 Nov 2007 at 00:59

    Ho riletto oggi il tuo Anatema! Molto magico, direi! ;-)

    Baci e ‘notte

    Pen

  7.   Pandon 26 Nov 2007 at 19:14

    Hai cambiato look al tuo blog!! BELLO!! Con questo post mi hai fatto ripensare alle parti più emozionanti del viaggio in Messico! Quando nei lunghissimi tragitti in pullman speravo di essere rapita dal subcomandante ;-)