Lug 27 2007

Val di Susa e TAV

Pubblicato da at 09:35 archiviato in Argomenti vari e taggato:

Buongiorno Bloggers,

 

Ai limiti dell’impossibile provo a postare:-)

Ho gli occhi che sembrano due uova fritte, l’allergia mi ha fregata ieri pomeriggio!

Bene bene…cosa non si fa per cacciare la noia estiva?

Si parteeeeeeeeeeeeeee naturalmente:-)

Un bel WE in Val di Susa, sotto una gigantesca scritta NO TAV!

Il fatto è che la TAV la faranno comunque, indipendentemente dal Governo di dx o di sx.

Il problema TAV, per i cittadini della zona, non è un accanimento contro la tecnoogia ma, è solo una salvaguardia per la loro salute.

Forse molti no sanno che le montagne della Val di Susa, contengono molti materiali radioattivi e che, già senza bucare le montagne, le morti per tumore sono alte; figuriamoci dunque cosa accadrebbe se questa radioattività vesisse sprigionata dal tunnel praticato per far passare il Deja vue a 300 kmh!

Ora, contrariamente al quel mostro che è il ponte sullo stretto che secondo me non sarà mai fatto, per fortuna di tutti, la TAV, temo sarà messa in opera al più presto possibile.

Voi cosa ne pensate a tal proposito?

Meglio la TAV o la salute del cittadino?

Ma dico, secondo voi…se impiegassimo 3 ore in più per arrivare a Parigi, cambierebbe qualcosa?

Sulla bilancia in fondo ci stanno tanti e tanti abitanti della Val di Susa che sarebbero soggetti a tumori di vario tipo.

Riflettete gente, riflettete:-)

 

Se non dovessi poter rispondere vi auguro un sereno WE.

Baci cari per tutti i lettori.

 

Infondoaimieiocchi…ogni tanto bisognerebbe dire Alt di fronte alla salute degli essere viventi.

 

9 commenti




9 Commenti to “Val di Susa e TAV”

  1.   sillabaon 27 Lug 2007 at 12:50

    Ciao infondoaimieiocchi…ciò che scrivi in questo post mi riporta alla cruda realtà che ci circonda…per interessi non si guarda in faccia nè alla salute degli uomini , nè a quella dell’ambiente…

    Come si stà finendo in basso…

    Bisogna sensibilizzare la gente a muoversi in massa per evitare scempi di questo tipo…che le persone si muovano non solo per guardare partite e concerti, ma anche per dire no a queste scelte fatte da pochi che coinvolgono poi intere generazioni…

    Un bacio e Buona giornata

    Silvana

  2.   Pandon 27 Lug 2007 at 15:02

    Sono d’accordo con te, ma purtroppo nel caos della vita frenetca c’è sempre più gente che chiede SERVIZI E SPOSTAMENTI VELOCI! Che orrore!
    Com’è la scelta del nuovo blog? Io sono troppo abitudinaria…non lo so se riuscirei…però MAI DIRE MAI! Ciao!

  3.   antonio76on 27 Lug 2007 at 15:26

    Ma non si potrebbe fare il traforo e poi mandare a vivere in Val di Susa tutti i nostri cari onorevoli di tutti gli schieramenti? Metterli tutti dentro un bel recinto accanto alla montagna ad inalare quello che hanno tanto voluto?

  4.   Il Giombaon 28 Lug 2007 at 15:54

    Bacino :-*

  5.   Paolaon 29 Lug 2007 at 10:42

    hai ragione…i governi e i poteri economici se ne infischiano dei cittadini…mi convinco sempre di più che il bene della gente non sia neanche minimamente sfiorato dalle attività di governo…si riempiono la bocca durante le campagne elettorali…e poi una volta al potere…bhè…chi si è visto si è visto…:-(

  6.   carmenon 29 Lug 2007 at 21:36

    Concordo con te…e poi i francesi non mi sono mai piaciuti, quindi chi ci vuole andare a Parigi?!!!
    Buona vacanza in Val di Susa, traforo a parte!!!
    Carmen

  7.   blackcloudon 29 Lug 2007 at 22:08

    già.

    e speriamo che qui, in quello stretto golfo a nord dell’adriatico, non permettano la costruzione di un rigassificatore.

    a prescindere dal deturpare una zona particolarmente bella, non abbiamo bisogno di altre bombe in zona..

    un saluto!

  8.   pdepmcpon 30 Lug 2007 at 15:43

    per una volta dissento.

    ne ho già parlato nel mio blog un sacco di tempo fa, ma è sensato ripetermi.

    il punto non è farla o non farla, ma farla bene nella salvaguardia delle necessità di tutti.

    un conto è dire che è inaccettabile mettere discariche di materiali tossici e trasportabili dal vento a cielo aperto (ovvio e inaccettabile). un conto è dire che siccome ci sono dei possibili rischi bisogna evitare di fare le cose.

    dovremmo ricordadrci (tutti, non solo loro) che le cose possono anche essere fatte bene! noi in italia non ci siamo più abituati, ma questo non significa che non si possano fare.

    compito di tutti i membri dei comitati NO TAV, a mio avviso, non è quello di schierarsi contro un’opera che può avere benefici, ma verificare che a questi benfici non si aggiungano danni, per loro e per tutti.

    è un compito diverso, più oneroso, perchè è più facile urlare e battere i piedi in modo che le cose non si facciano che verificarne realmente la qualità.

    però è un dovere di ogni cittadino, sempre e in ogni contesto. in questa situazione è anche nel loro stretto interesse.

  9.   angelon 31 Lug 2007 at 12:02

    … se riusciremo a cancellare gli USA risolveremo tutti i problemi… baci